Spedizione Gratuita oltre i 30€

SPEDIZIONI E RESI

F.A.Q.

TERMINI E CONDIZIONI

Parti delle Sneakers

Un vero sneakerhead deve conoscere tutte le parti della scarpa. Ecco la guida con i termini tecnici:

  • Toe: Punta
  • Toe Box: Parte anteriore superiore
  • Lace Guard: Protezione dei lacci
  • Tongue: Linguetta
  • Collar: Colletto
  • Heel: Tallone
  • Swoosh: Logo Nike
  • Back: Parte posteriore
  • Mid Sole: Intersuola
  • Middle: Parte centrale
  • Outer Sole: Suola esterna

Questa guida ti aiuterà a parlare la lingua degli sneakerhead con sicurezza e a riconoscere ogni parte della tua amata sneaker.

Sneakers guida faq riconoscere nomi parti

Essere uno sneakerhead oggi è una sfida tra release esclusive e slang da capire al volo. Se non vuoi perderti tra acronimi e termini da strada, ecco il vocabolario essenziale per muoverti nel mondo delle sneakers come un vero pro.

A

ACG: “All Conditions Gear” è la linea Nike per l’outdoor nata nel ’89. Roba tecnica per ogni clima, rilanciata da Errolson Hugh nel 2014.

B

Backdoor: Mossa scorretta dei negozi che tengono da parte sneakers per i reseller. Letteralmente, scarpe che passano dalla porta sul retro.

Beaters: Le tue sneakers preferite, quelle usate e strausate tipo Vans Old Skool o Air Force 1. Non puoi farne a meno, anche se sono distrutte.

Bin: “Buy It Now”. Prezzo immediato per acquistare il prodotto nelle community online.

Bred: Mix di “black” e “red”. Celebre per modelli come Air Jordan 1 Bred OG e Yeezy Boost 350 V2 Bred.

C

Clearout: Vendita massiva di sneakers e capi per fare spazio a nuovi acquisti.

Colorway: Schemi di colore delle sneakers. Es: la leggendaria “Bred”.

Cop: Comprare una nuova sneaker. Opposto di “drop”. “Cop or drop?” per chiedere consiglio.

Cozy: Look comodo e stiloso, di solito una tuta larga con sneakers.

D

Deal? Dealt!: Conferma di una compravendita riuscita. Tipo: “Affare fatto?”

Double-up: Avere due paia della stessa scarpa. Una per usarla, l’altra per collezionarla.

Drop: Non comprare una sneaker. Opposto di “cop”. Es: “Ha droppato” significa che lo store ha rilasciato le scarpe.

DS/DSWT: “Deadstock” o “Deadstock with Tag”, sneakers nuove di zecca, mai indossate.

F

F&F: “Friends & Family”, release ultra-limitata riservata a persone speciali del designer.

Factory Laced: Lacci ancora come usciti dalla fabbrica. Spesso associato a “DS”.

Fit: Come veste un capo o una sneaker. Consiglio sulla taglia online.

G

G.O.A.T: “Greatest Of All Time”, spesso riferito a Michael Jordan.

GR: “General Release”, scarpa comune disponibile ovunque.

Grail: La sneaker dei sogni per cui faresti follie.

GS: “Grade School Size”, taglie piccole di scarpe, di solito dal 35 al 40.

Gum Sole: Suola resistente di gomma dura, spesso marrone.

H

H/O: “Highest Offer”, l’offerta più alta ricevuta per un capo.

Hangtag: Il cartellino del prodotto nuovo.

High: Scarpe con il collar che supera la caviglia.

HM: “How Much?”, usato per chiedere il prezzo.

HMU: “Hit me up”, fammi sapere, contattami.

Hypebeast: Chi cerca sempre l’ultimo capo alla moda per apparire. Usato in senso dispregiativo.

I

Icy Sole: Suola traslucida, dà l’idea di essere ghiacciata.

IMO/IMHO: “In My (Honest) Opinion”, secondo me.

Infrared: Rosso particolare reso celebre da Nike.

K

Kicks: Termine per riferirsi alle proprie scarpe, sinonimo di sneakers.

L

L: “L” per non essere riusciti ad acquistare una scarpa. “Ho preso una L”.

LC: “Legit Check”, verifica dell’autenticità di un capo.

Leak: Anticipazione di una nuova scarpa.

Loose: Vestibilità abbondante e comoda.

Low: Scarpe con il collar sotto la caviglia.

LPU: “Latest/Last Pick Up”, mostra l’ultimo acquisto.

M

Mid: Scarpe con il collar sulla caviglia o poco sopra.

O

OBO: “Or Best Offer”, vendita alla miglior offerta dopo un “Buy it now price”.

OG: Sneaker nella versione più fedele all’originale.

Oversize: Vestibilità molto ampia. Consigliata una o due taglie in meno.

P

PC: “Price Check”, richiesta di consiglio sul prezzo di vendita o acquisto.

PE: “Player Exclusive”, versione speciale di una sneaker per un atleta.

Plug: Persona con molti contatti che può fornire capi limitati.

Primeknit: Tecnologia Adidas per una tomaia senza cuciture.

Q

Quickstrike: Release Nike limitata e disponibile solo in pochi store selezionati. Anche QS.

R

Release: Momento in cui le sneakers vengono messe in vendita.

Retailer/Reseller: Retailer vende al prezzo di rilascio, reseller a prezzi superiori.

Retro: Release di un modello dopo la versione originale.

S

SE: “Special Edition”, modelli Nike in edizione limitata.

Slim: Vestibilità stretta e aderente. Consigliata una taglia in più.

Sneakerhead: Collezionista e appassionato di sneakers.

Sold/Sold out: Sold per un prodotto venduto da un privato, Sold out per negozi con scorte finite.

Steal: Affare imperdibile.

Stretch: Tessuto elasticizzato.

T

Tag: Cartellino di possesso per vendite o scambi.

Tier 0: Release super limitata in selezionati account Nike.

TPE: “Thermoplastic Elastomer”, materiale plastico che torna alla forma originale.

Tracking Number: Codice per rintracciare una spedizione.

TTS: “True to Size”, acquistare la propria misura abituale.

V

VNDS: “Very Near Deadstock”, capo appena usato, come nuovo.

W

WDYWT: “What Do/Did You Wear Today?”, mostra il proprio outfit.

WTB: “Want To Buy”, cerco di comprare.

WTS: “Want To Sell”, voglio vendere.

WTT: “Want To Trade”, voglio scambiare.